Un problema tricologico che 'pesa' sulle spalle? La forfora secca e grassa!

Cause e rimedi per uno dei più comuni e antipatici disturbi, che interessano la chioma e il cuoio capelluto

Tags: dermatite, seborrea, senza parabeni, cuoio capelluto, diradamento, diradamento capelli, infiammazione cute, laser ktp,

Tra i capelli, quando compare la forfora è assolutamente uno spiacevole inconveniente. Il formarsi di cuticole di pelle che scendono dalla chioma e si posano sulle spalle e su superfici vicine, è un problema decisamente imbarazzante. La presenza di forfora è legata, in parte a una predisposizione genetica ma generalmente aumenta principalmente durante i cambi di stagione, e le sue cause molto spesso non riguardano l'igiene dei capelli e la salute del cuoio capelluto.

Innanzitutto è necessario differenziare la forfora secca e quella grassa: nel primo caso la sua formazione deriva da una desquamazione molto rilevante della cute, unita a prurito, senza abbondante produzione di sebo e si tratta propriamente di forfora e della sua tipologia più comune. Al contrario nel secondo caso si ha una ipersecrezione sebacea dovuta a dermatite seborroica una specifica malattia cutanea, che tiene appiccicate al cuoio capelluto delle crosticine untuose che si sollevano solo grattandole via. La causa della forfora grassa quindi è una dermatite mentre possono essere diverse le ragioni di quella secca. Tra di esse, si possono riconoscere, la presenza nel cuoio capelluto di infezione micotica, l'inquinamento, lo stress, cute secca, eccessi o difetti nell'igiene personale, sensibilità o allergie a tinte o a shampoo usati quotidianamente e solo secondariamente problemi digestivi e malattie infiammatorie dell’intestino, disturbi ormonali. In base alle cause viene individuata tramite una visita dermatologica la cura migliore e più efficace. Per la forfora grassa prodotta da dermatite seborroica associata a infiammazione micotica, si usano prodotti specifici tra cui l’Alukina, le cui dosi e tempi di somministrazione devono essere stabiliti da uno specialista dermato-tricologo che individui la terapia più giusta. Per la forfora secca in riferimento a problemi fisici e disfunzioni ormonali  ovviamente si interviene curando la patologia primaria per risolvere il disturbo. Mentre per quella determinata da una igiene scarsa, o al contrario eccessiva e con prodotti che impoveriscono la cute, indebolendola, seccandola e portandola a desquamarsi, una soluzione efficace è utilizzare maschere nutritive e disinfettanti, prodotti anallergici privi di alcool petrolati e parabeni e quindi cambiare shampoo. Infatti la maggior parte di questi in commercio contengono tensioattivi molto aggressivi (esempi sono i solfati di sodio SLES e SLS) che eliminano alcuni oli naturalmente prodotti dal cuoio capelluto. In merito, si sta diffondendo  anche tra i vip le tendenza Low Poo "poco shampoo" e addirittura No Poo "senza shampoo" che consistebbe appunto nell'impiego di sostanze naturali, come bicarbonato, aceto di mele, olio di cocco, farina di ceci o di balsami e creme per lavare i capelli senza usare shampoo e fare della schiuma. Inoltre, è consigliabile effettuare lavaggi non troppo frequenti e non eccedere con phon e piastre perchè un calore molto elevato secca la cute. A volte alla base della secchezza del cuoio capelluto, potrebbe esserci anche un' intolleranza a qualche alimento o sostanza come glutine, nichel o proteine del latte che è risolvibile con una modifica della dieta che può essere stabilita dopo una visita accurata. 

Potrebbe interessarti:

Medici Relativi

Medici Relativi

Dott. Callea Antonio

Specialista in Dermatologia Esperto in Dermato Chirurgia Laser
Alcuni trattamenti effettuati: Laser KTP
Ferrara (FE), Siderno (RC), Reggio calabria (RC)

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per leggere l'informativa. Chiudi